In arrivo i Faceawards 2017

C’è tempo fino al 2 aprile per iscriversi al contest promosso da Nyx Professional Makeup. Il 28 giugno la serata finale
In arrivo i Faceawards 2017

In arrivo i Faceawards 2017

Arriva la seconda edizione italiana dei Faceawards, che ha l’obiettivo di scovare e dare visibilità ai talenti del make-up, emergenti e non, eleggendo il Best Beauty Vlogger 2017. Il contest dall’anima fortemente digitale, nato a Los Angeles e promosso da Nyx Professional Makeup, conta sei edizioni americane. È possibile candidarsi fino al 2 aprile, registrandosi sul sito dell’evento, inviando un video nel quale si realizza un breve makeup tutorial, a tema libero. I 20 migliori accederanno alle tre sfide successive, che invece saranno “a tema”. Al termine del contest i 5 migliori talenti accederanno alla serata finale, che si terrà a Milano, il 28 giugno. In palio un viaggio in California, per volare con Nyx Professional Makeup ad assistere alla finale americana. Non solo: il vincitore collaborerà per un anno con il brand di makeup e potrà testare e provare diversi prodotti. In giuria Alessandra Angeli, aka Angelina, make-up designer e talent televisivo nel ruolo di presidente, Mara De Marco, Marketing Director di Pro*Lab Academy, Serena D’Angelo, Beauty Editor per Grazia.it e Anna Maria Negri, makeup artist nonché Beauty Editor per L’Officiel Italia. Partner dell’evento saranno Tezenis, Clarisonic, TheHappinessPlanner, Neffos e Redken, L’agenzia The Big Now supporterà per il secondo anno l’organizzazione del contest e della serata finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Voto : 0/5 (0 voti raccolti)

Grazie per aver votato!

You have already rated this page, you can only rate it once!

Your rating has been changed, thanks for rating!

Log in o crea un account utente per votare.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

On Air

L'Homme Ideal esiste?

Cover

Il consumatore nell'anima

Avete presente le Profumerie d'Italia? Dimenticatevele. Al loro posto c’è Naïma, non solo un consorzio ma un gruppo di profumieri con unico obiettivo: il consumatore