La tennista di fama mondiale Caroline Wozniacki si impegna al fianco di Arthritis per sensibilizzare il grande pubblico nei confronti di una malattia ancora poco conosciuta. L’obiettivo? Raccogliere 3,5 milioni di euro nei prossimi tre anni per avviare un ambizioso progetto di ricerca, che mira a guarire la poliartrite reumatoide, malattia osteo-articolare che ha colpito Caroline Wozniacki nel 2018. Da 30 anni, Clarins si impegna a sostenere la ricerca sulle malattie articolari, dapprima con ARP (divenuta poi Fondation Arthritis), nata per volontà della famiglia Courtin nella persona del fondatore Jacques. È la principale iniziativa privata per la raccolta fondi nel campo dei reumatismi in Francia. Con il sostegno di Clarins, che si fa carico dei costi di gestione della fondazione, il 100% delle donazioni è riversato alla ricerca. “Da sempre, la mission di Clarins è prendersi cura delle donne, fin da quando Jacques Courtin-Clarins apre, a Parigi, il primo Istituto, nel 1954. Al loro ascolto, appassionato da sempre di piante, dedica la vita alla bellezza delle donne. Da allora, Clarins non ha mai smesso di creare trattamenti per rendere loro la vita più bella, ogni giorno e in ogni momento della vita. E, poiché sentirsi e vedersi bella aiuta anche a lottare meglio contro la malattia, Caroline Wozniacki ha scelto alleati Clarins anche sui campi da tennis! Come il Huile “Tonic”, applicato con massaggi volti a restituire comfort e distensione ai muscoli dopo lo sforzo, aiutando a lenire il dolore e ad accrescere la flessibilità di articolazioni, muscoli e tendini; ma anche solari, creme viso e complici make-up, per sentirsi più bella (e forte), in qualsiasi circostanza. Per continuare a supportare la Fondazione e valorizzare la partnership con Caroline Wozniacki, Clarins replica nel 2020 l’operazione “Tonic”. Proponendo una beauty routine “Tonic”, 100% estratti di piante, in una trousse da viaggio” – si legge nella nota stampa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here