La Prairie

La Prairie aderisce a un’iniziativa benefica donando parte dei suoi proventi della vendita online alla protezione dei ghiacciai, tramite la Fondazione ETH. I ghiacciai delle Alpi Svizzere sono particolarmente colpiti dal fenomeno dello scioglimento dovuto al cambiamento climatico. “Questo allarmante dato – come evidenziato dal Gruppo Intergovernativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) – ha portato La Prairie a voler contrastare i cambiamenti climatici causati dall’uomo, finanziando le rivoluzionarie ricerche sui ghiacciai all’ETH di Zurigo. Quest’anno, il sostegno finanziario ha come obiettivo quello di contribuire direttamente ad un nuovo progetto di ricerca della sezione di glaciologia: le coperture dei ghiacciai e la loro efficacia. Negli ultimi anni, ricercatori ed operatori alpini hanno sperimentato l’idea di ricoprire i ghiacciai alpini con geotessili per proteggere il ghiaccio dallo scioglimento (…). I fondi generati da questa call-to-action della Giornata Nazionale Svizzera contribuiranno al finanziamento del personale necessario per condurre ricerche in loco e dei costi associati all’acquisizione di dati, sia sul campo che via satellite” si legge nella nota stampa. In particolare, la Luxury House svizzera di skincare lancerà un’operazione speciale su alcune piattaforme di e-boutique il 1º agosto – Giornata Nazionale della Svizzera – per sensibilizzare i clienti al tema della conservazione e protezione dei ghiacciai di montagna: parte del ricavato delle vendite online registrato in occasione della Giornata Nazionale della Svizzera sarà donato alla Fondazione ETH. “Siamo continuamente ispirati dalla bellezza della Svizzera. È intrinseco nei nostri valori lavorare per preservarla e dare ai nostri clienti l’opportunità di partecipare al finanziamento di questa innovativa ricerca. Siamo fermamente convinti che sia essenziale sostenere e incoraggiare gli accademici che lavorano nel campo della ricerca ambientale, al fine di proteggere non solo la bellezza naturale del luogo di nascita di La Prairie, ma di preservare le sue risorse per le generazioni a venire” ha detto Patrick Rasquinet, amministratore delegato di La Prairie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here