Durante il mese di ottobre ricorre l’appuntamento con la Breast Cancer Campaign (BCC), ideata 27 anni fa da Evelyn H. Lauder e promossa da The Estée Lauder Companies. In Italia, per il quinto anno consecutivo si rinnova la partnership con Fondazione AIRC per la ricerca sul cancro. Quest’anno a dare il via alla mobilitazione in Italia, il primo ottobre, è stata l’illuminazione in rosa di Ponte Vecchio a Firenze, insieme a molti dei monumenti più noti e rappresentativi al mondo, per accendere i riflettori su un tema di così grande impatto. Per la prima volta The Estée Lauder Companies Italia ha scelto il capoluogo toscano per dare maggior visibilità all’inizio di questa importante attività di sensibilizzazione e, in particolare, Ponte Vecchio, uno dei luoghi che rende famose Firenze e l’Italia nel mondo. Un simbolo del Belpaese che affonda le proprie radici nella storia. “La Breast Cancer Campaign è un impegno che vede Estée Lauder Companies coinvolta insieme ai suoi partner nella lotta contro il tumore al seno da ben 27 anni – dice Edoardo Bernardi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di The Estée Lauder Companies Italia -. Sono fiero e orgoglioso di farmi portavoce di un messaggio tanto importante anche quest’anno al fianco di AIRC, che è una eccellenza italiana nella ricerca e nella cura delle malattie e che come noi si è dato un obiettivo ambizioso: regalare a ogni donna un mondo finalmente libero dal tumore al seno. Questo stesso proposito se lo pose Evelyn H. Lauder nel 1992, quando ideò il nastro rosa, oggi simbolo universale della lotta contro il tumore al seno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here