La bellezza sta cambiando. Non si identifica più solo sulle passerelle o nei magazine patinati ma anche tra i volti incrociati per strada, nelle fotografie degli amici o sui social. Gli schermi dei nostri smartphone sono diventati i nostri nuovi specchi. Anche il suo significato sta evolvendo – nella cultura, nell’entertainment e sui social media, le persone stanno sovvertendo le regole, dando la loro interpretazione personale di che cosa significhi essere belli. In un modo o nell’altro, il cambiamento è sulla bocca di tutti. Per riaffermare la propria leadership in un settore sempre più competitivo, Sephora alza la voce per dichiarare il suo punto di vista sulla bellezza: The Unlimited Power of Beauty. “Per Sephora, la bellezza è un parco giochi in cui tutti hanno il potere e il diritto di sperimentare e di creare la propria personale definizione. Senza limiti, perché ci sono tante tipologie di bellezza quante sono le persone nel mondo, e la stessa persona può esplorare diverse sfaccettature della bellezza in un solo giorno, o in una vita intera. Questo ci dà il potere di affermarci e amare noi stessi. La bellezza non è uno standard, una taglia o un filtro, ma uno strumento di potere e fiducia in se stessi. Per raccontare questo nuovo posizionamento del brand, che dà alla bellezza un ruolo fondamentale nella vita di ciascuno, l’agenzia di comunicazione parigina Betc e Sephora hanno creato una nuova campagna che è volutamente diversa da quelle degli anni passati. The Unlimited Power of Beauty è da un lato universale nella scelta dei protagonisti e dall’altro molto intima nei toni e nel tipo di immagini utilizzate, permettendo a chi la guarda di identificarsi nella storia e scoprire il potenziale della propria bellezza” – si legge nella nota stampa. Lo spot, diretto da Jonas Lindstroem, racconta la storia di una donna e del suo rapporto con il suo aspetto durante il corso della vita, sia nei momenti di insicurezza sia in quelli di forza. Il senso di familiarità e l’emozione che scaturiscono da ogni esplorazione del concetto di bellezza vengono dipinte come un’evoluzione personale e una crescita che riguarda ogni fase della vita.  La cover di Kelsey Lu dell’iconica “I’m not In Love” del gruppo musicale britannico 10cc è stata scelta proprio per il suo potere emozionale che risuona in ciascuno di noi. Gli scatti sono stati realizzati da Nadine Ijewere, fotografa inglese con un’iconografia autentica e decisamente affascinante. “Portatrici del messaggio del brand la cui immagine è sublimata dai prodotti beauty Sephora (fragranze, make-up e skincare), le 12 foto raccontano ciascuna una storia che riguarda la varietà e la ricchezza che risiedono nella bellezza, indipendentemente dall’età, genere, etnia, fisico o stile. Tutte le personalità coinvolte, uniche e autorevoli, parlano a ciascuno di noi direttamente e ogni ritratto esprime il suo punto di vista sulla bellezza con payoff che diventano mantra da ripetere davanti allo specchio” – si legge nella nota stampa. “The Unlimited Power of Beauty è una firma che esprime una visione forte, ambiziosa e inclusiva della bellezza. Riafferma il ruolo nel settore e il posizionamento di Sephora come leader al suo interno, oltre a creare uno spazio per l’espressione personale, mostrando la varietà delle bellezze autentiche e potenti che compongono il mondo oggi” – spiega Rémi Babinet, Founder, President e Creative Director Betc Group. “La bellezza sta evolvendo e non ha più canoni fissi. Volevamo realizzare qualcosa di vero, da qui la scelta del casting e dei creativi coinvolti. Questa campagna è allo stesso tempo universale e in stile Sephora perché combina autenticità, emozione e gioia. Questa nuova visione ha lo scopo di costruire l’impatto culturale di Sephora – dice Florence Bellisson, Chief Creative Officer di Betc Etoile Rouge. “The Unlimited Power of Beauty arriva al cuore delle persone perché mostra che il potere della bellezza è insito in ciascuno di noi. È anche una campagna inspiring e posizionante per tutti i dipendenti Sephora – un modo per sentirsi coinvolti in una comunità che va oltre le vendite e le performance. Abbiamo tutti questo potere nelle nostre mani. Celebrare la diversità nel settore della bellezza è parte integrante del dna del brand” – aggiunge Lisa Attia, SVP Merchandising and Image Eme.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here