Per il quarto anno consecutivo L’Oréal è stata riconosciuta tra i leader globali nella sostenibilità d’impresa dall’organizzazione no-profit internazionale CDP, il cui processo annuale di rendicontazione e misurazione ambientale è considerato il “gold standard” della trasparenza in ambito di sostenibilità aziendale. Il gruppo si è aggiudicato un posto nella A List in tutte e tre le categorie del CDP, ovvero cambiamento climatico, sicurezza delle risorse idriche e foreste. Tra le 8.400 aziende analizzate L’Oréal è una delle uniche sei ad aver ricevuto quest’anno una A in tutte e tre le categorie ed è la sola ad aver ottenuto una tripla A per quattro anni consecutivi. Questo riconoscimento è il risultato delle ambiziose iniziative a lungo termine intraprese da L’Oréal per ridurre le emissioni di anidride carbonica, contrastare la deforestazione lungo la propria supply chain, migliorare la gestione delle risorse idriche e diventare un modello di leader della nuova economia sostenibile. “È per noi un grande onore essere l’unica azienda ad aver ricevuto una A in tutte e tre le categorie del CDP per il quarto anno consecutivo. Da molti anni siamo profondamente impegnati a trasformare radicalmente la nostra azienda e adottare un modello di business sempre più responsabile. Questo eccellente risultato è il frutto della costante determinazione dei nostri team e degli obiettivi particolarmente ambiziosi che abbiamo fissato nel 2013, come parte del nostro programma di sostenibilità ‘Sharing Beauty With All’. Siamo ovviamente orgogliosi di questa straordinaria performance, ma sappiamo anche che dobbiamo proseguire nel nostro impegno, continuando a ridurre il nostro impatto ambientale in linea con quanto richiesto dalla comunità scientifica e alla luce dei bisogni del pianeta. Per noi è un imperativo morale e il presupposto per il successo a lungo termine della nostra azienda” – ha dichiarato Jean-Paul Agon, Presidente e Ceo di L’Oréal. “Congratulazioni a tutte le aziende che sono riuscite a figurare nella A List del CDP di quest’anno, distinguendosi come leader nella trasparenza e nella performance ambientali. I rischi d’impresa derivanti dall’emergenza climatica, dalla deforestazione e dall’insicurezza delle risorse idriche sono enormi, ma lo sono anche le opportunità derivanti dalla loro gestione ed è evidente che il settore privato svolge un ruolo vitale in questo momento decisivo. Le aziende inserite nella A List guidano il mercato in termini di sostenibilità d’impresa, affrontando i rischi ambientali e preparandosi per crescere nell’economia del futuro” – ha dichiarato Paul Simpson, Ceo del CDP.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here