VeraLab
L'ingresso del flagship VeraLab

Si trova a Milano in via Guido d’Arezzo 9, il primo flagship store Veralab, il brand di Cristina Fogazzi, l’imprenditrice digitale conosciuta come L’Estetista Cinica. Rosa shocking e bianco, con opere d’arte di Banksy, Mr. Brainwash e DotPigeon, e dettagli divertenti – come lo scivolo per il riciclo dei vuoti, gli specchi magici, il distributore di cadeau per i consumatori green e lo spazio prova e relax con lavandini e poltroncine – il punto vendita aprirà le porte il prossimo 14 dicembre proponendo tutte le referenze VeraLab, altrimenti reperibili attraverso l’e-commerce, nei punti vendita Pinalli per il momento di Forlì e Modena – in attesa di ulteriori sviluppi – nei department store Rinascente e presso numerosi centri estetici. “Gli architetti dello studio 23bassi, a cui si deve anche il progetto dei corner allestiti presso la Rinascente, hanno dato forma al mondo de L’Estetista Cinica con luogo unico e avvolgente, in cui vivere un’esperienza totalizzante che va ben oltre il semplice acquisto. È un concept store speciale e coinvolgente in cui lasciarsi sedurre dagli elementi ludici, in cui scoprire e riscoprire i prodotti Veralab, in cui concedersi il piacere di una consulenza personalizzata. Prendendo ispirazione dall’arte contemporanea e dalle tendenze del food, mescolando il tutto con una dose massiccia di rosa, di neon, di specchi è nato il nuovo store dell’Estetista Cinica. Un colpo di scena dopo l’altro, qualche dettaglio surreale e una scenografia sorprendente accompagnano le clienti in un meraviglioso viaggio alla scoperta della propria personalissima bellezza. Tanto per cominciare, il pavimento in resina e fibra di vetro gioca sull’effetto sorpresa che viene enfatizzato dalle molte superfici rivestite in acciaio super mirror. Un leggero e gradevole senso di disorientamento pervade le clienti, quanto basta perché si lascino coinvolgere dalla magia dei prodotti Veralab, che per la prima volta sono visibili fisicamente in tutte le oltre 40 referenze. Ai tre best sellers del marchio, olio denso, spumone e luce liquida, è dedicato Caveaux: una vera e propria cassaforte di luce per raccontare i tesori Veralab. I prodotti per la sink care più famosi ed apprezzati della rete, invece, sono esposti su un ironico nastro sushi color rosa, realmente in movimento, che attraversa lo store. Inaspettati, ma perfettamente coerenti con lo spirito dell’Estetista Cinica, i camerini sono a disposizione delle clienti, per consentire una valutazione personalizzata più approfondita e individuare il trattamento più adatto. Il format di Cristina Fogazzi, infatti, si basa proprio sul fatto che l’efficacia di ogni prodotto sia in gran parte dovuta all’analisi della pelle e del corpo. Affacciata sullo store, una balconata ospita lo skin bar, ossia la zona dedicata alla prova delle maschere e al relax che ne consegue. Qui si trova anche la dream room in cui scoprire alcuni prodotti selezionati, giocando come al luna park con gli specchi deformanti e ironizzando sulla percezione del proprio corpo. Le sorprese non sono finite e l’esperienza nel nuovo store Veralab si conclude con un premio per chi riporta i flaconi vuoti: un gettone da utilizzare al misterioso distributore dei gadget. Con l’apertura del nuovo store, per la prima volta e in maniera inaspettata, l’arte entra nel mondo dell’Estetista Cinica grazie alla galleria Deodato Arte che espone opere di Banksy e di Mr. Brainwash. Ma non è tutto, anche il digital artist DotPigeon, rappresentato da Plan X Art Gallery, è presente nel nuovo spazio con alcuni lavori, fra cui Real Means Beautiful: un’anteprima dell’imminente collaborazione fra l’artista e VeraLab. Confermata ancora una volta la collaborazione con Piccolo Atelier di Ancona, che vestirà tutto lo staff con un completo made in Italy creato a mano, rigorosamente pink!” si legge nella nota stampa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here