Kiko supporta Ai.Bi.

Kiko supporta Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini contro la violenza sulle donne. Kiko Milano è partner dell’associazione in una campagna di sensibilizzazione sociale per dire no alla violenza sulle donne, al silenzio, all’indifferenza e alla rassegnazione. Nel concreto per ogni rossetto acquistato dal 18 al 25 novembre – il 25 novembre è la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne – online e nei negozi Kiko Milano, parte del ricavato della vendita è devoluto a Ai.Bi. Associazione Amici dei Bambini a favore delle donne in difficoltà per l’avvio degli sportelli di ascolto psicologico nelle comunità mamma-bambino nei Centri alla Famiglia “Pan di Zucchero” di Ai.Bi. dislocati sull’intero territorio nazionale.
La campagna di comunicazione per dire no alla violenza sulle donne ha come immagine simbolo un segno di rossetto tracciato sotto l’occhio con la speranza che proprio questo segno possa diventare un segnale per gli altri e fare in modo che il messaggio così condiviso non sia una semplice informazione, ma trasformazione del pensiero e degli animi.
L’iniziativa, che rientra nel programma di Corporate Social Responsability Kiko Kares di Kiko Milano, fa parte nello specifico di Kiko Kontributes, piano che nel corso del 2021 ha visto l’avvio di numerosi altri progetti rivolti al sociale.
Oltre a dedicare ad Ai.Bi. la raccolta fondi “Dona un sorriso alle donne vittime di violenza”, Kiko ha voluto supportare le donne in difficoltà seguite dall’Associazione anche attraverso azioni mirate per il loro reinserimento nella società e nel mondo del lavoro. Le donne accolte nelle comunità mamma-bambino o frequentanti i Centri Servizi alla Famiglia “Pan di Zucchero” di Ai.Bi. hanno avuto e avranno a disposizione dei percorsi per migliorare la loro self confidence grazie a dei webinar con personale qualificato e delle lezioni di trucco per creare dei make up look che le facciano sentire più belle e sicure di sé, incontri di coaching per l’orientamento e l’inserimento al lavoro con esperti HR di KIKO, borse di studio per intraprendere dei percorsi di formazione professionale e borse di lavoro per poter svolgere un periodo di tirocinio propedeutico all’inserimento lavorativo. Il foundraising, inoltre, sarà ulteriormente supportato da due Temporary Shop chiamati “Il Bello che fa Bene” che proporranno alla vendita i prodotti del ìbrand.
“Per noi la bellezza non è solo un fattore estetico. Significa anche altro: è amarsi, rispettarsi e avere fiducia in sé stesse per prendere in mano la propria vita. Il nostro impegno vuole andare oltre i prodotti per mettersi al servizio della comunità e contribuire a non lasciare indietro nessuno. Siamo orgogliosi di sostenere Ai.Bi. e mettere a disposizione il nostro personale e i nostri negozi per far arrivare un messaggio che parli di rispetto e dica chiaramente no alla violenza sulle donne” afferma Cristina Scocchia, amministratore delegato di Kiko.