Il gruppo Clarins ha acquisito il Sainte-Colombe

Il gruppo Clarins ha acquisito il Sainte-Colombe, una vasta area naturale di 115 ettari situata nei comuni di Saint-Gilles e Générac vicino a Nîmes, in Francia. Il Domaine, con i suoi 50 ettari di terreni agricoli, diventerà un sito di produzione e trasformazione delle piante, secondo gli standard dell’agricoltura rigenerativa e un laboratorio per lo studio e la ricerca di nuove specie vegetali. Grazie a pratiche agricole innovative e a un approccio idrologico unico, questo progetto rigenererà e migliorerà efficacemente le aree ecologiche del sito, per abbinare la biodiversità con una produzione della massima qualità. Questo consente a Clarins di perseguire il suo obiettivo di coniugare la tracciabilità delle materie prime con la massima qualità, le formule più efficaci e l’innovazione continua per una bellezza sempre più responsabile. La prima coltivazione è prevista per l’autunno 2024, qui cresceranno circa 50 specie di alberi e piante. Nopal, mela cotogna, mandorla, albicocca, lavanda, timo limone, fiordaliso e molti altri costituiranno, col tempo, una delle principali fonti di materie prime biologiche di alta qualità utilizzate nelle formule Clarins.

Dopo Le Domaine de Serraval in Alta Savoia, acquistato nel 2016 e che fornisce ogni anno 2,5 tonnellate di piante ai laboratori e agli stabilimenti Clarins, questo secondo Domaine consentirà a Clarins di cambiare radicalmente scala in termini di produzione degli ingredienti naturali utilizzati nei suoi prodotti. Virginie Courtin, Direttore Generale Clarins: “Sono orgogliosa di questo progresso strategico verso un’offerta integrata, più verticale, etica e sostenibile. Da 70 anni Clarins sfrutta la scienza delle piante per sviluppare formule cosmetiche sempre più efficaci e innovative. L’acquisizione del Domaine illustra questo approccio di continuo progresso verso maggiore eccellenza, sicurezza e tracciabilità, per tutti i nostri clienti”. I primi raccolti sono previsti per il 2025/2026 e l’obiettivo è che un terzo delle piante necessarie alla produzione dei prodotti Clarins siano coltivati ​​nei suoi due Domaines entro il 2030. Questi Domaines, con i loro microclimi specifici – montagne e gariga – e terreni eccezionali, forniscono al gruppo Clarins una fonte di approvvigionamento unica, permettendogli di coniugare la ricerca di ingredienti di altissima qualità con un desiderio costante di essere più trasparente e sostenibile. Rispettando gli standard più elevati in termini di qualità, sicurezza, tracciabilità e rispetto per l’ambiente, Clarins Domaines illustra un approccio pionieristico e rigoroso all’approvvigionamento che riflette i valori del Gruppo e il suo impegno di lunga data per il pianeta e la soddisfazione del cliente.