Puig lancia l'Ipo sulle Borse spagnole
Marc Puig, Presidente e CEO di Puig

Puig Lancia l’Ipo sulle Borse spagnole. Puig annuncia l’approvazione e la pubblicazione del suo prospetto e l’avvio del processo di book building, nel contesto dell’offerta pubblica iniziale delle sue azioni di classe B a investitori qualificati. Come annunciato in data 8 aprile 2024, la Società intende richiedere l’ammissione delle Azioni alla quotazione sulle Borse di Barcellona, Madrid, Bilbao e Valencia e alla negoziazione tramite Sistema di quotazione automatizzato (Mercado Continuo). La Società annuncia inoltre che la fascia di prezzo di offerta indicativa non vincolante alla quale le Azioni vengono offerte è compresa tra € 22,00 e € 24,50 per Azione. Sulla base dell’intervallo di prezzo di offerta indicativo, e assumendo che il prezzo delle azioni di classe A e di classe B sia lo stesso, la Società raggiungerà una capitalizzazione di mercato compresa tra circa 12,7 miliardi di euro e circa 13,9 miliardi di euro. Il prezzo finale dell’Offerta sarà determinato al termine del periodo di book building e sarà reso noto mediante una comunicazione di informazioni privilegiate.

Dettagli dell’offerta chiave: la dimensione totale dell’offerta arriva fino a 3.000 milioni di euro; Puig offre un certo numero di Azioni per ottenere un ricavo lordo di circa 1.250 milioni di euro; sulla base dell’intervallo di prezzo dell’offerta, il numero di nuove azioni dell’offerta sarà compreso tra 51.020.408 e 56.818.181; l’azionista di controllo della Società, Puig, S.L. (l’Azionista Venditore), controllata da Exea, la holding della Famiglia Puig, offre una serie di Azioni (Azioni dell’Offerta Secondaria) per ottenere un ricavo lordo di circa 1.360 milioni di euro; sulla base dell’intervallo di prezzo dell’offerta, il numero di Azioni dell’Offerta Secondaria sarà compreso tra 55.510.204 e 61.818.181; l’Azionista Venditore concederà a Goldman Sachs Bank Europe SE, in qualità di gestore della stabilizzazione, un’opzione per acquistare, per conto dei Gestori, Azioni di over-allotment per un massimo di al 15% circa dell’entità dell’Offerta base, per un importo massimo di 390 milioni di euro; il periodo di book building inizia domani, 19 aprile 2024, e dovrebbe terminare il 30 aprile 2024; l’ammissione e l’inizio delle negoziazioni dovrebbero avvenire il 3 maggio 2024. A seguito dell’Offerta, la famiglia Puig manterrà una quota di maggioranza.

In aggiunta all’Offerta proposta, come parte del corrispettivo che sarà pagato dalla Società per l’acquisizione delle rispettive ulteriori partecipazioni in Byredo e Charlotte Tilbury da alcuni azionisti di minoranza, la Società emetterà tra 17.157.271 e 19.106.961 azioni di classe B (basate sulla Fascia di Prezzo di Offerta) per la loro sottoscrizione da parte di tali azionisti di minoranza (i “Nuovi Azionisti di Minoranza”). Queste azioni di classe B di nuova emissione si aggiungeranno all’offerta primaria di Nuove Azioni di Offerta nell’Offerta proposta e saranno sottoscritte al Prezzo di Offerta, ma non faranno parte dell’Offerta e nessuno dei Nuovi Azionisti di Minoranza deterrà il 3% o più del capitale sociale della Società dopo l’Offerta. Goldman Sachs Bank Europe SE e J.P. Morgan SE agiscono in qualità di Joint Global Coordinator e Joint Bookrunner per l’Offerta (insieme i “Joint Global Coordinator”). Banco Santander, S.A., BofA Securities Europe SA, BNP Paribas e CaixaBank, S.A. agiscono in qualità di Joint Bookrunner (insieme ai Joint Global Coordinator, i “Joint Bookrunner”). Banco Bilbao Vizcaya Argentaria, S.A. in collaborazione con ODDO BHF, e Banco de Sabadell, S.A. agiscono in qualità di Co-lead Manager (i “Co-lead Manager” e insieme ai Joint Global Coordinator e ai Joint Bookrunner, i “Manager”). Linklaters S.L.P. agisce in qualità di consulente legale della Società e di Cuatrecasas, Gonçalves Pereira, S.L.P. e Davis Polk & Wardwell LLP agiscono in qualità di consulenti legali dei Gestori. Prima di assumere il ruolo di Joint Global Coordinator, Goldman Sachs Bank Europe SE ha agito in qualità di consulente finanziario unico della Società per assisterla nella revisione di potenziali alternative per aprire il proprio capitale a nuovi investitori, anche tramite una IPO.