Un 2021 da record per L’Oréal
Un frame dello spot di Alien Goddess Eau de Parfum con Willow Smith

Un 2021 da record per L’Oréal. Il gruppo ha chiuso lo scorso anno con un giro d’affari di 32,28 miliardi di euro, pari a un incremento del 16,1% a parità di perimetro sul 2020 e dell’11,3% sul 2019. Nicolas Hieronimus, ceo di L’Oréal, ha dichiarato: “Il 2021 è stato un anno storico per L’Oréal. Grazie all’esperienza, alla passione e all’impegno dei nostri 85.400 L’Oréalians in tutto il mondo, il Gruppo ha ottenuto una crescita record del +16,1%1, il doppio di quella del mercato mondiale della bellezza. L’Oréal ha guadagnato quote di mercato in tutte le zone, divisioni e categorie. In due anni il Gruppo ha realizzato una crescita dell’11,3% a perimetro omogeneo, sovraperformando in modo spettacolare un mercato che era tornato quasi ai livelli del 2019. Nel 2021 tutte le stelle si sono allineate per questa performance storica. Dal punto di vista geografico, il Nord America è tornato in grande stile e si è unito all’Asia settentrionale come principale contributore alla crescita. In Europa, spinta dalla riorganizzazione della Zona, L’Oréal ha ottenuto significativi guadagni di quote di mercato e ha visto un ritorno ai livelli del 2019. (…) L’Oréal Luxe (+20,9% like-for-like sul 2021, ndr) è diventata la Divisione più grande del Gruppo, con notevole successo nelle fragranze, mentre la Divisione Prodotti di Consumo, quella dai volumi più importanti, ha rafforzato la sua posizione, con performance degne di nota nel makeup. La Divisione Prodotti Professionali, in rapida crescita, ha continuato la sua profonda trasformazione ed è diventata veramente omnicanale. Con un portafoglio di marchi che si adatta perfettamente alle aspirazioni di salute dei consumatori; infine Active Cosmetics ha ottenuto una crescita spettacolare, raddoppiando in quattro anni. Nel 2021 abbiamo esteso nuovamente la posizioen rpeminente in ambito digitale: l’e-commerce è cresciuto del +25,7%, rappresentando il 28,9% delle vendite. Abbiamo saputo cogliere le opportunità offerte dai nuovi canali digitali. Allo stesso tempo, continuiamo a digitalizzare i punti vendita nell’ambito di una strategia omnicanale integrata.Stiamo anche portando avanti la nostra trasformazione della Beauty Tech investendo in dati e intelligenza artificiale e stabilendo partnership strategiche come la nostra alleanza con Verily, per comprendere e caratterizzare meglio i meccanismi di invecchiamento della pelle e dei capelli. (…) Siamo anche orgogliosi delle nostre prestazioni sociali e ambientali, che riflettono la nostra ambizione di crescere responsabilmente e condividere valore con tutti i nostri stakeholder (…) In un contesto globale che rimane volatile all’inizio dell’anno, siamo fiduciosi nella nostra capacità di sovraperformare il mercato nel 2022 e raggiungere un altro anno di crescita sia delle vendite sia dei profitti”.