Dior celebra le feste di fine anno

Dior celebra le feste di fine anno. Alla fine di un lungo viale alberato con cipressi, un luogo incantato sorge davanti ai nostri occhi. È la Colle Noire, la residenza di Monsieur Christian Dior, paradiso floreale del couturier, che appare sotto una volta celestiale. È un luogo ricco di ricordi, dove il significato dell’ospitalità e della generosità Dior raggiunge la sua massima espressione. Illuminato di stelle e leggermente spolverato di fiocchi di neve, lo château apre le sue porte per ospitare una cena senza tempo, rivelando una miriade di regali preziosi e animali magici. Nel motivo creato dall’artista italiano Pietro Ruffo, le stelle danzano tra animali fiammanti e figure mitologiche nel cuore di una flora selvaggia e ricca. “Per questo progetto, mi immaginavo sdraiato sull’erba dello Château De La Colle Noire di notte, guardando verso Nord, ammirando le costellazioni intorno alla Stella Polare, il Piccolo carro, la Giraffa, la Lince, il Drago, Perseo, Cassiopeia… che sembrano ballare nel cielo. Incantato da questa vista, sento i fiori tutto intorno a me: viola, angelica, gardenia, gelsomino, fiori d’arancio, frangipani, magnolia, i profumi di rosa e mirto, tutti questi profumi illuminati dalle costellazioni, portati a vita nuova e magica” spiega Pietro Ruffo.

Anya Taylor-Joy presta per la prima volta il suo viso alla campagna Dior Holiday e si trasforma in una perfetta e raggiante padrona di casa quando, filmata da Benoit Delhomme, ci invita nel castello. Come una fata bionda volteggia nella dimora tra le iconiche fragranze della Maison e animali mitologici. Per questa campagna Parfums Christian Dior si è avvalso della collaborazione con la società coreana D’strict. Grazie alla tecnologia 3D le creazioni di Pietro Ruffo prenderanno vita e al consumatore sarà offerta un’esperienza immersiva nelle vetrine di Natale che saranno realizzate a Tokyo e New York dal 28 novembre e a Seoul dal 1 dicembre. I semplici schermi diventeranno, infatti, delle vere e proprie piattaforme di media art.