Cosmetica Italia: nel 2022 si potrà tornare ai valori pre-Covid
Il responsabile del Centro Studi di Cosmetica Italia, Gian Andrea Positano

Cosmetica Italia: nel 2022 si potrà tornare ai valori pre-Covid. In occasione della giornata inaugurale di OnBeauty by Cosmoprof Worldwide Bologna Cosmetica Italia rende noto l’aggiornamento sui dati di settore. Il fatturato del settore cosmetico si assesta a 10,6 miliardi di euro, che salgono a 33,2 miliardi se si considera l’intera filiera, con oltre 4,1 miliardi di export e una bilancia commerciale del valore di 2,3 miliardi. Il mercato interno è prossimo ai 9,8 miliardi di euro. “Il settore cosmetico, da sempre, si distingue per la sua aciclicità e, anche in questo scenario macroeconomico particolarmente incerto, ha avuto una tenuta migliore rispetto a gran parte dei comparti del manifatturiero, dimostrando una forte capacità di reazione e dando luce alla positiva risposta delle imprese alle mutate modalità di acquisto e di consumo. Certamente gli effetti della crisi si sono fatti sentire e le difficoltà non sono mancate: nel 2020 il fatturato ha subito un calo di 12 punti percentuali rispetto all’anno precedente, e le esportazioni hanno registrato una contrazione ancora superiore, del 16,7%. Non fa eccezione il mercato interno, sceso del 9,6%. Le previsioni per il prossimo futuro, però, danno importanti segnali di ripresa e già nel 2022 si potrà tornare ai valori pre-Covid” commenta Gian Andrea Positano, responsabile Centro Studi Cosmetica Italia.
Dal punto di vista dell’andamento dei canali, si evidenziano cali per centri estetici (-29%), profumeria (-26,1%), erboristeria (-26%) e saloni di acconciatura (-22,5%). È solo leggermente negativo, invece, il trend della grande distribuzione (-3,8%) e della farmacia (-3,5%). L’e-commerce cresce del 42% “una performance in parte condizionata dalle limitazioni alla mobilità, ma anche il segnale dell’affermazione di nuove scelte d’acquisto destinate a rimanere irreversibili” si legge nella nota stampa di Cosmetica Italia.