Nuova organizzazione per Mavive
Marco Vidal, Amministratore Delegato di Mavive

Nuova organizzazione per Mavive. Nel corso dell’ultimo Consiglio di Amministrazione sono state deliberate due importanti decisioni che riguardano la guida aziendale: Marco Vidal ha assunto il ruolo di Amministratore Delegato e Marcello Mengarelli quello di Direttore Generale, mantenendo le sue attuali responsabilità nell’ambito della Direzione Vendite Internazionale. Entrambi hanno oggi l’obiettivo di portare Mavive verso traguardi sempre più rilevanti in ambito familiare dove sono ambedue totalmente coinvolti nella volontà di mantenere questo assetto con politiche legate al mantenimento della proprietà garante di una visione di sana crescita e di rispetto delle pratiche di sostenibilità e welfare. Massimo Vidal manterrà la sua posizione di Presidente con un occhio all’operatività e la certezza di aver transitato un bene importante quale è l’Azienda nelle mani dei collaboratori che meglio han saputo interpretare la filosofia di imprenditori consapevoli e potendo contare su di un gruppo di lavoro di altissima professionalità.

La crescita di tutto il team, la valorizzazione dei collaboratori e la guida dei capi funzione sarà fondamentale per strutturare Mavive al fine di raggiungere e superare gli obiettivi che si è proposta per i prossimi anni. In tal senso rappresentano un beneficio aggiuntivo le collaborazioni esterne, tra cui la direzione creativa di Renato Montagner, già direttore creativo di Tag Heuer e Dainese, che supporterà il team marketing di Mavive nello sviluppo dei nuovi prodotti. “Questa importante evoluzione del nostro organigramma” commenta Massimo Vidal “rappresenta un ulteriore passo verso la conclusione del passaggio generazionale che mia moglie ed io da tempo abbiamo voluto condurre a buon fine e la nostra volontà di dare una visione di lungo periodo alla nostra attività. Facciamo un augurio al team direzionale e a tutti i collaboratori interni ed esterni di buon lavoro e di successo nella loro crescita professionale”.