Aesop Milano mette in scena l’arte

Aesop Milano mette in scena l’arte. Dal 16 al 21 aprile, il nuovo store Aesop di Milano, in Piazza Cordusio, si trasformerà in un’opera sensoriale di Nicolas Schuybroek. La struttura prende la sua forma da file di prodotti Aesop, seguendo la logica della formulazione che è al centro della filosofia del brand. La scenografia si ispira al movimento dell’Arte Povera della fine degli anni Sessanta e degli anni Settanta, spiega Schuybroek, “Questo movimento ha ispirato la mia pratica per molti anni e ha costituito la base di questo progetto per Aesop, noto per il suo packaging minimalista. Limitare la materialità a qualcosa di semplice come un sapone solido risuona con i principi del movimento, e allo stesso tempo riecheggia le iconiche strutture monocromatiche a griglia di Superstudio degli anni Settanta”. Come in molti dei suoi lavori, anche qui Schuybroek esplora modalità di costruzione non convenzionali con un materiale di uso quotidiano, in questo caso un oggetto funzionale per la casa utilizzato in massa in una formazione a griglia. All’interno dell’assemblaggio, piccole cavità rettangolari sono create rimuovendo le saponette, generando portali attraverso i quali entrare – attraverso la pellicola – nel mondo sensoriale dei prodotti di Aesop. Le saponette sono sostenute da un’esile struttura in legno che può essere facilmente smontata e riutilizzata in luoghi diversi al termine della fiera.