CHANEL

Difficile pensare al profumo – quello che ha fatto la storia entrando nell’immaginario comune – e non andare con la mente a Chanel N°5. “Il suo nome è universalmente noto. La sua firma è una rivoluzione. Il suo flacone è un’opera d’arte senza eguali” sintetizza la maison che celebra i 100 anni di questa fragranza iconica. Proprio per celebrare questo importante anniversario Chanel dedica a N°5 il nuovo episodio di Inside Chanel (qui il link). Dedicato alle donne che, proprio come Mademoiselle Chanel, scelgono chi vogliono essere e lo diventano, vero e proprio fenomeno culturale, “Sin dalla sua creazione, N°5 ha infranto le regole, sfidato le convenzioni. All’inizio degli anni Venti, Gabrielle Chanel aveva già rivoluzionato il mondo della moda, proponendo una nuova allure. Il suo primo profumo è caratterizzato da quella semplicità studiata che pervade tutte le sue creazioni innovative. Rivoluzionario nella composizione, N°5 è anche il primo profumo immaginato da una donna per le donne. Marilyn Monroe lo eleva a mito confessando di indossarne qualche goccia per andare a dormire, mentre Andy Warhol lo rende un’icona della pop art in una serie di serigrafie: è così che N°5 diviene nel corso del tempo un fenomeno culturale. Primo profumo a essere pubblicizzato in TV, ha ispirato i grandi maestri dell’immagine – Helmut Newton, Irving Penn, Ridley Scott, JeanPaul Goude e Baz Luhrmann per citarne alcuni – ed ha elaborato una sintassi visiva che entra costantemente in relazione con i codici della creazione contemporanea. Per rappresentare il profumo più celebre di tutti i tempi sono stati scelto volti che incarnano, l’eleganza e la seduzione, senza rinunciare alla loro personalità: Catherine Deneuve, Carole Bouquet, Nicole Kidman e oggi Marion Cotillard sono tra le ambasciatrici che hanno contribuito, con il loro spirito e la loro modernità, a inscrivere N°5 nel pantheon della femminilità eterna. Quest’aura leggendaria non relega però N°5 alle teche di un museo, anche se il suo flacone fa parte dal 1954 delle collezioni permanenti del MOMA di New York: è invece il punto di partenza di tutte le narrazioni, dalle più intime, che attraversano la sua storia, la sua immagine e la sua stessa essenza” si legge nella nota stampa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here