Douglas pronta per la Borsa

Douglas ha chiuso l’anno finanziario 2022/23 (al 30 settembre 2023) con risultati record: con fatturato (netto, adj.) di 4,1 miliardi di euro (nell’anno fiscale 2021/22 era pari a 3,65 miliardi di euro) tra ottobre 2022 e settembre 2023, Douglas ha superato per la prima volta la soglia dei 4 miliardi di euro di fatturato ed è cresciuto del 12,1% rispetto all’anno finanziario precedente.

Il Gruppo ha consolidato la propria focalizzazione omnichannel poiché sia i negozi (+13,0%) sia l’e-commerce (+10,3%) hanno contribuito a doppia cifra a questa performance. Allo stesso tempo, Douglas ha ottenuto un EBITDA pari a 725,9 milioni di euro (nell’anno fiscale 2021/22 era 593,4 milioni di euro), in crescita del 22,3% su base annua e corrispondente a un adj. margine EBITDA del 17,7%. Per la prima volta dallo scoppio della pandemia Covid, Douglas ha registrato un utile netto poiché l’utile netto è notevolmente migliorato a 16,7 milioni di euro rispetto a -313,8 milioni di euro dell’anno precedente. “La nostra solida performance finanziaria dimostra la forza del nostro modello di business omnicanale ben posizionato e della nostra proposta unica al cliente”, ha affermato Sander van der Laan, ceo del Gruppo Douglas. “Continueremo a costruire su questo successo implementando costantemente la nostra strategia Let it Bloom con varie iniziative già avviate quest’anno. Douglas è sulla buona strada per mantenere la sua traiettoria di crescita e raggiungere l’obiettivo di fatturato del Gruppo di 5 miliardi di euro entro il 2026”.

Mentre Douglas continua ad attuare la sua strategia “Let it Bloom – DOUGLAS 2026” per impostare il percorso per una crescita futura a lungo termine, il Gruppo ha preso decisioni cruciali e raggiunto nuovi traguardi nei quattro pilastri strategici chiave: #1 Beauty Destination, Range of Brands, Omnichannel Experience and Efficient Operating Model. Si prevede che lo sviluppo del business sarà guidato da diverse iniziative e campi di azione, tra cui:

  1. Espansione della rete di negozi: Douglas continua a sviluppare la propria rete di negozi e sta accelerando il ritmo e le attività nell’Europa centro-orientale, una regione chiave di crescita per il Gruppo. Nell’anno finanziario 2022/23, Douglas ha aperto 39 nuovi negozi, 26 dei quali nella CEE. Tra queste figurano, tra le altre, nuove sedi in Polonia, Estonia e Romania, mentre i primi negozi sono stati aperti nei due nuovi paesi Belgio e Slovenia. Allo stesso tempo sono stati ammodernati 76 negozi.
  2. Incremento del business dell’e-commerce: il modello omnicanale di Douglas si rivela un fattore chiave di differenziazione, con l’e-commerce come motore di crescita continua. La buona performance dei negozi online Douglas e del segmento focalizzato sull’E-Com Parfumdreams / Niche Beauty dimostra una domanda sostenuta da parte dei clienti per un’offerta online convincente e un percorso digitale del cliente.
  3. Impegni ESG: DOUGLAS ha aggiornato la sua ambizione di diventare un rivenditore leader di prodotti di bellezza premium nel campo della sostenibilità. Nell’ambito della sua nuova strategia ESG, ha definito tre aree di interesse: Persone, Pianeta e Prodotto. Per ciascuna area, DOUGLAS ha fissato obiettivi chiari concentrandosi su argomenti specifici come la salvaguardia del clima, l’energia e i rifiuti. Il Gruppo condividerà maggiori dettagli sulla propria strategia ESG all’interno del Rapporto di Sostenibilità 2024 che sarà pubblicato nel primo trimestre 2024.