Douglas cresce nell’e-commerce
Douglas

Douglas ha accelerato il suo trend di crescita nel retail digitale, avendo generato vendite per 822 milioni di euro nell’anno finanziario 2019/20 (fino alla fine di settembre) con un significativo incremento del 40,6% nell’e-commerce. A causa della crescita proprio in quest’ultimo canale, Douglas ha generato un fatturato del gruppo pari a 3,2 miliardi di euro – solo il 6,4% in meno rispetto alla cifra record dello scorso anno di 3,5 miliardi di euro – nonostante l’effetto negativo del Covid e, in particolare, delle chiusure forzate dei punti vendita. L’utile operativo è diminuito del 16,7% su base annua a 292 milioni di euro. Ciò è dovuto principalmente al calo delle vendite in negozio per effetto della pandemia e agli investimenti volti all’espansione del business dell’e-commerce. Per la prima volta in assoluto, Douglas ha generato oltre 1 miliardo di euro di vendite con l’e-commerce durante l’anno solare 2020. I blocchi di mesi durante la pandemia Covid-19 hanno ulteriormente accelerato la tendenza generale verso lo shopping online. In considerazione di questo cambiamento costante nel comportamento degli acquirenti nei confronti dell’online, su un totale di 2.400 in Europa Douglas ha definito la chiusura di circa 500, di cui la maggior parte nell’Europa meridionale e circa 60 in Germania. “Nell’importante trimestre natalizio siamo stati ancora una volta in grado di far crescere fortemente la nostra attività online con il Singles Day, il Black Friday e la nostra campagna natalizia, ottenendo un trimestre record per la nostra attività di e-commerce. Ciò ha attenuato l’impatto del secondo blocco con relativamente successo. Abbiamo anche grandi progetti per i mesi a venire: la necessaria riduzione della nostra rete di negozi sarà accompagnata da investimenti in flagship store nelle migliori location, in marchi leader internazionali e nella significativa espansione del digital retail in tutta Europa. La nostra rapida trasformazione dal 2018 non ha precedenti tra le società di vendita al dettaglio di lunga data e dimostra la forza della combinazione di vendita al dettaglio tradizionale e online” ha commentato Tina Müller, ceo del gruppo Douglas.