Audace e moderna come la sua fondatrice. E oggi ancora più performante ed esclusiva. Helena Rubinstein cambia volto e lo fa nel segno dell’innovazione. “Nell’anno in cui festeggia 110 anni di vita, 110 anni di sodalizio fra bellezza, passione e scienza Helena Rubinstein cambia volto, si rinnova completamente nel segno della selettività e della modernità. L’obiettivo è chiaro: elevare ulteriormente il brand posizionandolo come marca competitiva nel mercato premium beauté” spiega Marco Lazzaroni, direttore di marca Helena Rubinstein, che racconta il futuro del brand di L’Oréal Luxe

Quali sono i valori a cui si ispira la nuova Helena Rubinstein?

Tre gli ingredienti irrinunciabili di questo nuovo mix: offrire un’esperienza cliente unica; l’eccellenza nei nostri punti vendita partner e il servizio di un brand di lusso. Helena Rubinstein, una marca audace che unisce a una ricerca scientifica estremamente talentuosa, la capacità di innovare con prodotti creati sulla base degli attivi cosmetici più potenti, formulati alle più alte concentrazioni possibili, presentati nelle più sontuose texture, scientificamente testati, che si ispirano ai protocolli della medicina estetica. Grazie a questi valori possiamo convincere le consumatrici più esigenti, quelle che prima di tutto ci richiedono il massimo dell’efficacia, istantanea e visibile.

In che modo questi valori si concretizzano a livello di prodotto e di mix di comunicazione?

Innanzitutto riquali chiamo ulteriormente la distribuzione, così da concentrare la nostra presenza nelle migliori profumerie se-lettive italiane, impreziosendo e valorizzando ancora di più la marca. Secondo, capitalizziamo sui 110 anni di ricerca scientifica per offrire il meglio della tecnologia in vere innovazioni skin-care e assicurare efficacia e risultati visibili alle consumatrici più esigenti del mercato selettivo. Terzo, miriamo a una vera eccellenza del servizio e per questo abbiamo costituito un team di 100 Beauty Expert, che animeranno in tutte le profumerie partner più di 3.000 settimane nel 2012 e 4.000 nel 2013, offrendo la loro professionalità per una consulenza personalizzata di bellezza, facendo vivere un’indimenticabile esperienza di marca.

Quali saranno i prodotti di punta?

Il rilancio di Helena Rubinstein non poteva che iniziare dal suo prodotto più emblematico: Prodigy. Dopo 10 anni di successo, reinventiamo il mito, ispirandoci al miracolo della natura, innovando con una sinergia vegetale inedita: la Bio-Sève Molecolare, un vero capolavoro della scienza. Una trasfusione di giovinezza per un profondo rinnovamento della pelle. Nel secondo semestre Helena Rubinstein innoverà all’interno della franchise Re-Plasty. Re-Plasty è la gamma di prodotti veramente unica per posizionamento nella profumeria selettiva. È infatti l’unica che si ispira direttamente ai protocolli de Laclinique-Montreux, una partnership esclusiva per dei risultati Laclinique a casa propria. A settembre tutta l’efficacia di un’iniezione di acido ialuronico, in un siero cosmetico. Queste sono solo due delle innovazioni più significative del 2012 e saranno protagoniste di una campagna di comunicazione stampa molto qualitativa già da aprile e poi nel secondo semestre.Che tipo di supporto il retail deve offrire al brand?

Il retail è il punto di partenza per questa nuova avventura. Le profumerie selettive partner hanno sempre supportato Helena Rubinstein e hanno accolto con grande entusiasmo questa strategia di rilancio, che valorizza ancora di più il servizio, il consiglio, accogliendo le Beauty Expert nei loro punti di vendita più qualitativi e offrendo con loro una vera esperienza di bellezza alle loro consumatrici. Helena Rubinstein vuole dare ancora più valore al canale della profumeria selettiva, nutrendo quello che è il patrimonio distintivo di questo canale, l’eccellenza del servizio: la capacità di suscitare emozioni uniche nell’esperienza che fa vivere, la prossimità della relazione che instaura, il saper offrire un momento di consulenza personalizzata. Questo capitale unico della profumeria selettiva ha bisogno di essere nutrito e sviluppato con strumenti qualitativi e innovativi. È per questo che Helena Rubinstein ha dotato tutte le Beauty Expert di una nuova generazione di strumenti innovativi fra cui l’iPad, una vera svolta nel servizio sul punto di vendita.

Cosa è cambiato nei confronti della consumatrice?

Con il nuovo modello di business Helena Rubinstein è veramente in grado di soddisfare le esigenze della consumatrice a 360°. Infatti fino all’anno scorso potevamo offrirle prodotti skin-care innovativi, performanti, efficaci e dal punto di vista della sontuosità delle texture estremamente piacevoli. Ma non eravamo ancora così forti come oggi per soddisfare a pieno il lato “cocooning-coccola” che quest’anno sarà garantito da un nuovo team di 100 Beauty Expert. “Coccoleremo” le consumatrici offrendo un’indimenticabile esperienza di bellezza.

L’Italia riveste un ruolo di primo piano nel progetto globale di rilancio di Hr. Ci può raccontare in che modo e perché?

L’Italia è il secondo mercato al mondo e il primo in Europa per Helena Rubinstein. Per questo il nostro Paese svolgerà un ruolo da protagonista. L’obiettivo è elevare Helena Rubinstein, uno dei marchi premium del settore cosmetico anti-età, a un vero livello di competitività nel mercato Premium Beauté, come in Asia, dove il brand ha saputo reclutare e delizzare le consumatrici più esigenti, assicurando una crescita a doppia cifra, con un modello di business molto selettivo.